Esami ematologici in caso di sanguinamento

  • Il PT (tempo di protrombina) e aPTT (tempo di tromboplastina attivata) non sono esami idonei al monitoraggio dei NAO ma in caso di emorragia possono fornire utili indicazioni sullo stato coagulativo.
  • Se si usa il Dabigatran ci sarà un incremento di aPTT (se maggiore di 80 sec. vi è alto rischio di emorragia.
  • Se si usa il Rivaroxaban o Apixaban ci sarà un incremento di PT (non va calcolato INR ma il PT deve essere espresso come rapporto paziente/normale).
  • L’EMA ha approvato un aggiornamento della RCP (Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto) di dabigatran etexilato che suggerisce l’utilizzo del tempo di trombina su plasma diluito (dTT) (test principale), del tempo di coagulazione con ecarina (ECT) e del tempo di tromboplastina parziale attivata (aPTT) nei pazienti ad alto rischio di sanguinamento, con l’indicazione dei valori di soglia al tempo di valle associati ad un aumentato rischio di sanguinamento (200 ng/ml per il dTT, ECT ratio = 3.0, aPTT ratio = 2.0). Per una più dettagliata descrizione dell’impiego di questi test e dell’attività anti-Xa per rivaroxaban ed apixaban si rimanda altrove (Tripodi A. Thromb Res 2012;130:S95-S97). Riteniamo inoltre importante evidenziare che PT e PTT, se patologici, non sono utili per stabilire l’entità dell’anticoagulazione perchè il loro spostamento non è lineare, quindi ci sarà solo un valore soglia oltre il quale vi è aumentato rischio di emorragia mentre, se normali, indicano una assenza di attività anticoagulante.
  • Per Rivaroxaban e Apixaban occorre dosare l’attività anti-FXa.

TEMPO DI ECARINA
E’ il tempo di coagulazione (espresso in secondi e decimi) di un plasma citratato povero di piastrine in seguito all’aggiunta di un reattivo contenente una frazione purificata del veleno di ECHIS CARINATUS. Questo test esplora l’attività funzionale del sistema TROMBINA-FIBRINOGENO. E’ pertanto in grado di evidenziare sia un ridotto livello di PROTROMBINA (epatopatia, TAO) sia la presenza di difetti molecolari del fibrinogeno (DISFIBRINOGENEMIA)

Sanguinamento lieve »»Sanguinamento moderato »»Sanguinamento maggiore »»
«« Torna all’indice della guida